Il Coro 

nasce per volontà di alcuni amici accomunati dall'amore per la cultura musicale sarda. La stessa registra l'adesione di quanti, animati dalla passione per il canto sardo. Vedono con favore il costituirsi, per la prima volta nella città di Oristano, di un coro maschile dedicato esclusivamente all'esecuzione del repertorio canoro sardo, è composta attualmente da circa quaranta elementi. Sin dalla sua fondazione, è diretto dal Maestro Salvatore Saba. Il coro è dedicato a Maurizio Carta, apprezzato cantante oristanese, che ha sviluppato la propria carriera nella prima metà del novecento. Il nostro è un tradizionale coro maschile a quattro voci piane, distinte nelle sezioni di Tenori primi, Tenori secondi, Baritoni o Bassi primi, Bassi profondi o secondi.  Il coro Maurizio Carta, dopo essersi esibito in molti centri della Sardegna, è approdato nella Penisola per poi varcare i confini nazionali. 

Il coro è dedicato a Maurizio Carta, apprezzato cantante oristanese, che ha sviluppato la propria carriera nella prima metà del novecento. Il nostro è un tradizionale coro maschile a quattro voci piane, distinte nelle sezioni di Tenori primi, Tenori secondi, Baritoni o Bassi primi, Bassi profondi o secondi. Il coro Maurizio Carta, dopo essersi esibito in molti centri della Sardegna, è approdato nella Penisola per poi varcare i confini nazionali.  Fra le turnee internazionali, particolarmente significative ed apprezzate, sono state quella di Heilbronn, in Germania e la partecipazione, nel settembre del 2009, alla 15^ edizione del "Festcoros", il più importante festival folkloristico internazionale che si svolge ogni anno in Brasile a Juiz de Fora, importante Città universitaria a 180 Km da Rio de Janeiro. 

Ospite di molte rassegne corali sarde, il Coro Maurizio Carta organizza dal 2006 una rassegna di canti tradizionali sardi intitolata "Cantando a Carnevale", abbinata a una serata dedicata alle corali di tutto il mondo. Queste due serate, il sabato sera ed il lunedì precedenti la Sartiglia, si svolgono presso il teatro "A. Garau" di Oristano e sono ormai parte integrante delle manifestazioni che colorano e arricchiscono il Carnevale Oristanese. Fanno parte del repertorio, oltre ai tantissimi brani tradizionali sardi, brani inediti, composti dal Maestro del Coro Salvatore Saba.  Grazie a un brano inedito, firmato dal nostro Maestro, che riproduce l'ancestrale armonia dell'antichissimo strumento delle Launeddas, dal quale il brano stesso ha anche tratto omonimo titolo, Il Coro Maurizio Carta si è agiudicato, nel dicembre del 2010, il primo premio della sezione "innovativa" dell'undicesima edizione del "Premio Biennale per cori tradizionali sardi Città di Ozieri" attribuito con la seguente motivazione: "La giuria ha apprezzato il lavoro di ricerca e la scelta innovativa del Direttore consistente nella trasformazione della struttura armonica e timbrica delle launeddas, sublimata nell'esecuzione corale". 


Il 7 dicembre 2013, presso l’Auditorium San Domenico di Oristano è stato presentato alla cittadinanza il primo CD audio del Coro Maurizio Carta intitolato “SARDIGNA” che ha riscosso notevole successo di pubblico.
Da quest’anno un brano del CD audio, intitolato Sartiglia, è stato scelto dalla Fondazione “Sa Sartiglia” quale colonna sonora degli spots di propaganda della Sartiglia, principale manifestazione del Carnevale Oristanese.

"L'obiettivo dell'Associazione è di promuovere la musica corale sarda, nella certezza che essa sia strumento fondamentale per meglio comprendere le nostre radici e la nostra terra." 

 Il coro attualmente è composto dai seguenti coristi

  Tenori primi

     Camedda Marco, Martinez Marco, Massa Antonello, Alberto Meloni, Pistis Salvatore, Tuveri Salvatore.

     Tenori secondi

Cadeddu Filippo, Frailis Gesuino, Ladu Giorgio, Scanu Giorgio, Secci Raffaele.

     Bassi primi

    Angioni Andrea, Aroni Pier Franco, Fara Giulio, Giugliano Luigi, Mura Raimondo, Serra Sergio, Seu Augusto.

       Bassi secondi

   Arca Pierpaolo, Cherchi Beppe, Cotza Augusto, Gallus Antonello, Paddeo Tonino,  Sanna Mario, Tiana Ignazio.

 

The Polyphonic Choir " Maurizio Carta " was founded in Oristano in October 2002. It is composed of  thirty singers , it is the first , and remains to this day , the only men's traditional chorus of the Sardinian town of Oristano.

The choir is dedicated to Maurizio Carta , an appreciated singer of Oristano, who developed his career in the first half of the twentieth century. Since its founding, it is directed by Maestro Salvatore Saba, graduated in flute at the Conservatory of Cagliari .

The Polyphonic Choir "Maurizio Carta", after performing successfully in all of the major centers of Sardinia, has arrived in the Peninsula and then, it has crossed the national borders, thus introducing itself in the international field, where it was welcomed with enthusiastic praise.

Among the international tours which were particularly significant and appreciated, was the one at Heilbronn in Germany and the participation of the choir in September 2009, in the 15th edition of "Festcoros", the most important international folk festival which takes place every year in Juiz de Fora in Brazil, an important University City which is 180 Km from the town of Rio de Janeiro.

Guest in many of the most important choir performances in Sardinia, the Choir "Maurizio Carta" gives life to the "Festival of Traditional Sardinian Songs", combined with an event dedicated to choirs from all over the world. This event takes place during the days of "Sartiglia", an exciting equestrian tournament (parade) that makes Carnival in Oristano one of the most important of Sardinia and among the most famous in Italy.

In addition to the many most popular songs of the Sardinian tradition, the choir in his repertoire has a number of new songs which are inspired by the canons of tradition. There are also some modern Sardinian songs, particularly appreciated for the use of innovative sounds and harmonies for the Sardinian singing.

Thanks to a new song, written by Maestro Saba, which reproduces the ancestral harmony of the ancient musical instrument named "launeddas", from which it was derived the title of the song, in December 2010 the Choir Maurizio Carta was awarded the first prize of the section "innovative" at the eleventh edition of the "Biennial Prize for traditional Sardinian choirs" in the City of Ozieri.

The largest regional daily newspaper named “L'Unione Sarda”, in its 15th and 16th volume of the publication of the Encyclopedia of Sardinian music, dedicated a large space to the Choir Maurizio Carta. In the year 2013 the choir produced the first audio CD entitled "Sardigna" which was successfully  welcomed  by the public.